Sicurezza e legalità: Come ti uso la televisione (Rete4)

Da anni le televisioni berlusconiane ci avevano abituato a servizi “informativi” tutti incentrati sulla percezione di scarsa sicurezza e instabilità generale.
Facciamo un po’ di fantapolitica (ma chi se ne intende davvero, sa che non siamo tanto lontani dalla verità).
Non potendo disporre di qualche aereo che si scontri con un palazzo, qualcuno che conosce bene i meccanismi psicologici, i neurolinguisti che lavorano per conto dei pubblicitari e dei costruttori di opinione ha deciso che bisogna nutrire il senso di insicurezza degli Italiani, facendo attenzione a canalizzare le antipatie e identificare i bersagli. In questo caso, tutta la violenza possibile e immaginabile è rappresentata dalle violenze carnali, dagli stupri e dalle aggressioni, quasi sempre effettuate da stranieri, meglio se extra-comunitari e slavi.
Ci chiediamo: esistono solo le violenze commesse da slavi ed extra-comunitari, oppure gran parte delle violenze commesse ai danni di bambini, ragazze e persone sono a opera di parenti e amici stretti? Vogliamo sminuire il peso di alcune comunità di persone (slavi, romeni, zingari, ecc.) che avrebbero così meno colpe? NO, no, no. Non è questo il punto.
Come reagisce il corpo di chi deve “costruire ten
ritadallachiesa_forum_pubblico_adsfghjfg.jpgdenze e opinioni”? Basta guardare la puntata del Tribunale di Forum in onda ieri su Rete 4 e condotto da Rita Dalla Chiesa. Ebbene, nulla qui è affidato al caso, né il copione è approssimativo. Il punto odierno è se sia bene tenere una pistola in casa da parte di uno zio che vuole farla usare al nipote, con il parere contrario della madre (nonché cognata, sposata al fratello scomparso).
Aldilà della questione di opportunità, bisogna intravedere il disegno psicologico: sì, tutti sanno che tenere una pistola in casa, ma potrebbe succedere ed essere cosa buona, fatte salve le precauzioni del caso. Non sarà un problema urgente, almeno a Nord di Roma, ma il messaggio è altrettanto chiaro: in tempo di ronde fai-da-te, di insicurezza continua, perché non prevedere il modello USA, delle armi (sia pure regolarmente denunciate) a portata di mano? L’educazione continua di Rete 4 è un fatto e il Centrosinistra dovrebbe riflettere di più sul vero potere mediatico.

Sicurezza e legalità: Come ti uso la televisione (Rete4)ultima modifica: 2009-03-10T10:23:00+00:00da cosmico2
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento