De Magistris in politica: quanti ipocriti

Da oggi De Magistris non è più nei ruoli della magistratura perché candidatosi alle elezioni europee con l’Italia dei Valori. Dal punto di vista procedurale e sostanziale non c’è nulla da eccepire. A qualcuno possono certo essere indigeste le sue posizioni politiche personali e quelle che vorrà assumere in futuro, ma tutto questo è relativo.Quello che dà veramente fastidio – … Continua a leggere

Obama for President – 2: Le fesserie italiane

Le elezioni di Barack Obama a 44° presidente degli Stati Uniti d’America suscitano in Italia il rigurgito di polemiche e fesserie in libertà. E’ sempre stupefacente osservare le polemiche banali che scoppiano in Italia e ritenere che al di fuori dei confini nazionali qualcuno se ne possa fregare. No, per nulla. Il capogruppo del PDL alla Camera dei Deputati Gasparri … Continua a leggere

Prove di patteggiamento Governo-Opposizione

Il Pdl propone l’avvocato Giuseppe Frigo come candidato a giudice della Corte costituzionale e dall’opposizione viene un primo segnale di disponibilita’. Ai giornalisti che gli chiedono se il Pd possa votare per Frigo, il capogruppo alla camera, Antonello Soro, replica: “Penso che lo voteremo. Ma formalizzeremo la nostra posizione tra un po”. Ma chi è Frigo, se non l’avvocato bresciano … Continua a leggere

Di Pietro e Veltroni rompono? La RAI val bene un’alleanza

La rottura dell’alleanza fra Di Pietro e il Partito Democratico di Veltroni non è per nulla casuale, ma s’iscrive dentro un copione ben preciso: il controllo della RAI e dei gangli politici del paese. Per settimane abbiamo registrato lo stallo e lo sguardo in cagnesco fra maggioranza governativa e opposizione sui nomi di Pecorella (Forza Italia) per la Corte Costituzionale … Continua a leggere

I tromboni opinionisti contro lo spirito di Piazza Navona

 Avete fatto caso a quel che tutti (ma davvero tutti) i “mezzi d’informazione”hanno detto e scritto sulla manifestazione indetta da Di Pietro a Piazza Navonal’8 luglio scorso e che ha visto la partecipazione di Grillo, Guzzanti, Travaglio, ecc.? Dopo avere citato Grillo sulle reazioni alla manifestazione,oggi presentiamo parte dell’editoriale di Ernesto Galli della Loggia sul Corriere della Sera “Sinistra e … Continua a leggere

Grillo su Piazza Navona

Il post NON è personale, ma riporta quanto scritto da Beppe Grillo nel suo Blog sulle reazioni alla manifestazione di Piazza Navona martedì 8 Luglio.   “Le reazioni a Piazza Navona sono state unanimi. Se avessi attaccato solo Berlusconi sarebbe stato un trionfo della politica. Ho denunciato quindici anni di inciuci tra Forza Italia e DS. Ed è stato il … Continua a leggere

Di Pietro a Radio 24: “Berlusconi stile mafioso”

Le parole che Di Pietro impiega per illustrare la manifestazione per la giustizia promossa per oggi a Piazza Navona a Roma non vanno per il sottile e non corrono il rischio dell’incomprensione. Il succo è lo “stile mafioso” che il presidente del consiglio usa per “imporre” la propria volontà all’intero Parlamento. Il modo con cui si sta cercando di far … Continua a leggere

Italia dei Valori, Carfagna e politica da soubrette

La notizia è di quelle che a Radio Radicale commenterebbero con adeguata attenzione per la mescolanza di fatti (pochi), di commenti (molti), insinuazioni (molte), aderenza al significato delle parole (scarsa). Vediamo di analizzare le cose, anche a beneficio di qualche sociologo della comunicazione e degli studenti universitari. Pochi giorni fa il capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera dei Deputati, Massimo … Continua a leggere

Di Pietro al Parlamento e la libertà di critica

In Parlamento il gobverno di Mr. B. ha ricevuto la fiducia dopo il consueto dibattito. Dopo il Cavaliere, la prima dichiarazione di voto tocca ad Antonio Di Pietro. Il leader dell’Idv non usa mezzi termini: «Noi non abbocchiamo – afferma l’ex pm, rivolto a Berlusconi -. Abbiamo memoria e non intendiamo perderla». Interruzioni dai banchi della maggioranza, ma Di Pietro … Continua a leggere

Il Piddì e la ricerca dell’identità

Da La Stampa, 11 Maggio 2008   LUCA RICOLFI Il Partito democratico è alla ricerca di un’identità. Brutto guaio, per un soggetto nuovo, perché non avere un’identità precisa fa sì che tutti si sentano autorizzati a suggerirgliene una. C’è chi lo vorrebbe più laico, e a tale deficit di laicità attribuisce la sconfitta. C’è chi lo vorrebbe più socialista, e … Continua a leggere