Chi votare? No One?

Chi tuona contro internet e quel che gli utenti creano, scaricano, vedono non è bene informato sui fatti, non conosce bene quello di cui parla. Riguardo alle prossime elezioni europee e locali, invitiamo i nostri (pochi) lettori a godersi una bella canzone “No One”, di Alicia Keys, accompagnare il video che trovate su YouTube al link qui. E’ più espressivo … Continua a leggere

Che succederà nel Partito Democratico?

Il post di oggi lo suggerisce l’editoriale di Riccardo Barenghi “La strategia del Dalemone“, apparso su La Stampa di oggi. Ne condividiamo la prospettiva e quel che si prefigura. Diciamo che è molto vicino ai piani politici che si agitano dentro il Partito Democratico. Qui aggiungiamo solamente che è il tempo (quello che va dalle elezioni europee e locali al … Continua a leggere

Mastella alle elezioni Europee con Berlusconi: Vedi un po’!

La notizia è fresca fresca e in sintesi è questa: alle prossime elezioni europee di giugno, Mastella troverà posto nelle liste del Partito delle Libertà. In sostanza, Berlusconi gli dà diritto di elezione, visto che Mastella con la legge elettorale futura rimarrebbe fuori del Parlamento di Strasburgo a causa dello sbarramento al 5%.   Di che cosa ci stupiamo? Di … Continua a leggere

Berlusconi un imbarazzo per la democrazia (almeno per l’inglese Observer)

Senza tanti complimenti il giornale domenicale inglese The Observer giorno 29/06/2008 ha pubblicato il commento “Silvio Berlusconi remains an embarassment to democracy“. In altre parole, Berlusconi “rimane un imbarazzo per la democrazia”. L’articolo è un editoriale non firmato e significa una presa di posizione politica vera e propria che fa a pugni con l’accondiscendenza mostrata dai giornali italiani. Direte: ecco, … Continua a leggere

Emigrati, paura ed accoglienza, che business!

Le notizie giornaliere su atti criminosi, furti, rapine, stupri e omicidi riempiono molti giornali e notiziari e sembra impossibile fare a meno di un “bollettino di guerra”. Ciò è oggettivamente triste e spiacevole, come se i media debbano proporre sempre notizie negative. Il risultato pratico è l’alimentazione del sentimento di paura e di chiusura, mentre bisognerebbe andare in direzione contraria. … Continua a leggere